Impianti di asciugatura cisterne

001 (5)

Impianti di asciugatura

All’interno del ciclo di lavaggio di cisterne o silos, su particolari protocolli di trattamento, emessi dalle case di carico dei prodotti, viene contemplata come ultima fase, l’asciugatura.

Tale operazione, andando ad intervenire su una cisterna già lavata e bonificata, deve garantire in primo luogo il non andare a contaminare le parti lavate.

 

Per tale motivo l’asciugatura deve prevedere:

  1. Riscaldamento dell’aria, senza che questa venga a contatto con particelle contaminanti
  2. Che l’aria venga fatta passare attraverso filtri con capacità filtrante da G5 a F7
  3. Che la quantità dell’aria sia elevata in maniera da velocizzare le operazioni
  4. Che abbia una buna pressione in maniera da togliere, per azione meccanica, le gocce dalle pareti

Per quanto sopra, nei nostri impianti andiamo ad installare sistemi capaci, di erogare 3.500 mc/h di aria calda a 75°C, con una pressione di 350 mm di colonna d’acqua, filtrata secondo le specifiche di cui sopra.

L’aria viene distribuita su condotte da 350 mm di diametro ed introdotta dai duomi delle cisterne, tramite dei tronchi di cono in acciaio inox, provvisti di: flessibile, serranda e bilanciatore per agevolare le operazioni di discesa e risalita dalla cisterna dei medesimi.